Mala tantrico con 54 semi di Bodhicitta intarsiati e Dzi Tasoma – pezzo unico

495,00 IVA inclusa

Mala tantrico con 54 semi di Bodhicitta intarsiati e Dzi Tasoma – pezzo unico. Speciale Mala tantrico con teschi composto da 54 grani di semi di Bodhicitta, intarsiati a mano da artisti nepalesi, ogni perlina è scolpita a forma di teschio umano, un lavoro molto delicato e raffinanto, un oggetto di culto speciale.. qualcosa di davvero unico! A questo speciale oggetto di culto è stato abbinato un bellissimo Dzi tasoma e un Guru in seme di Bodhicitta liscio, all’estremità il simbolo del Dorje in ferro che come un sigillo “chiude” l’insegnamento che il mala ci porta.

Il Mala Bodhiseed o Bodhicitta rappresenta lo stato di illuminazione del Buddha, nella tradizione Buddista tibetana è considerato un seme molto speciale e prezioso. La parola Bodhicitta significa Mente illuminata del Buddha (Bodhi/mente, citta/illuminata), ogni seme presenta sempre dei ‘disegni’ naturali simile alla forma di un occhio, i popoli tibetani sostengono che con l’utilizzo questo ‘disegno’ emerga ancora di piú portando ai praticanti grandi benefici per il corpo e la mente.

Nella Cultura Buddista il simbolo del teschio ha lo scopo di ridimensionare la nostra vita liberandoci dall’attaccamento dall’aspetto materiale, aiutandoci ad apprezzare ogni piccola cosa che abbiamo ricordandoci che tutto è di passaggio. Lo Dzi di alta qualità completa la forza e la bellezza di questo speciale oggetto di culto.

Nella tradizione Buddhista tibetana recitare un mantra delle Divinità irate con questa mala aiuta ad accrescere il nostro livello di forza interiore.

Mala tantrico con 54 semi di Bodhicitta intarsiati e Dzi Tasoma – pezzo unico è un oggetto mistico unico e introvabile!

SPEDIZIONE GRATUITA ENTRO 3/4 GIORNI LAVORATIVI

Disponibile

Descrizione

Mala tantrico con 54 semi di Bodhicitta intarsiati e Dzi Tasoma – pezzo unico

MISURA: lunghezza 38cm circa – piccolo teschio altezza 8mm circa

MATERIALE: semi di Bodhicitta e Dzi Tasoma

Riflessioni sull’impermanenza: è importante ricordare che famigliarizzare con questo potente simbolo dell’impermanenza, diventa un antidoto quotidiano verso la sofferenza, un grande alleato che ci insegna e ci ricorda di godere pienamente di ogni istante della vita. Spesso la nostra mente è sopraffatta da ansie e angosce dovute dalle paure che qualcosa di piacevole possa finire o qualcosa di spiacevole possa iniziare. In realtà i preziosi insegnamenti Buddisti ci ricordano che tutto è in continua trasformazione e che basta realizzare la visione corretta degli eventi per ridurre di molto i nostri stati di stress e paura. Il simbolo del teschio è uno degli implementi da sempre usato nella tradizione buddista tibetana che ci aiuta ad ottenere questo stato di gioia e di consapevolezza del proprio essere in relazione alla vita.

Nell’arte e nella letteratura tantrica buddista, i simboli evocanti la morte, in particolare il simbolismo visivo del teschio, sono abbastanza pervasivi, precisamente perché evocano il risveglio verso cui la tradizione aspira.
Tutta la pratica fatta in vita ha il solo obbiettivo di arrivare al momento finale della propria esistenza con consapevolezza e preparazione perchè è proprio in quel momento che si ha l’opportunità di entrare in contatto con la propria essenza e sperimentarne la natura divina.
Questo passaggio procura un’opportunità per il risveglio che è difficile da ottenere in stati di coscienza normali, ecco perchè avere l’ausilio di immagini che in continuazione ci ricordano del potere della vita, è una grande opportunità di crescita spirituale.

Se vuoi sapere come scegliere, curare, attivare il tuo mala, leggi il nostro articolo cliccando qui!

 

Perchè 54 semi? Il mala è composto da 54 semi (la metà di 108, numero usato per la composizione dei mala) tuttavia il numero 54 è tradizionalmente usato, per questioni pratiche, quando i semi hanno un diametro consistente che renderebbe il mala troppo lungo e quindi difficile da usare, o quando il materiale di base è raro e difficile da reperire.

 

L’albero della Bodhicitta è uno dei primi simboli buddisti e oggetto di grande venerazione. Secondo le antiche scritture buddiste si racconta che fu proprio Buddha ad indicare a i suoi discepoli di prendersi cura di questo maestoso albero, da allora gli alberi della Bodhicitta sono stati piantati nei giardini dei templi buddisti e tenuti con grande cura. Con la loro bellezza ci ricordano del nostro potenziale di sviluppare una mente illuminata, e il simbolo del seme diventa ancora piú significativo considerandolo come un custode che racchiude la nostra realizzazione.

 

Mala tantrico con 54 semi di Bodhicitta intarsiati e Dzi Tasoma – pezzo unico

 

Share with love

Recensioni

There are no reviews yet

Aggiungi una recensione
You must be logged in to post a review Accedi